Spedizione gratutita per gli ordini superiori a 19€

Cappotto lungo: come sceglierlo e indossarlo con stile

Il cappotto lungo, da sempre simbolo di grande eleganza, ma anche ottima protezione contro il freddo nei momenti in cui la temperatura si abbassa notevolmente. Va scelto quindi in modo da riuscire a garantire il giusto livello di copertura, oltre che soddisfare le nostre esigenze estetiche in relazione all’outfit sfoggiato.

Artigli, brand di riferimento del panorama femminile, ci guida alla scoperta delle giuste dimensioni del cappotto lungo per i mesi autunnali e invernali!

Cappotto, come sceglierlo in base alla lunghezza

Anche la scelta del cappotto lungo ha le sue regole, che partono dalla volontà di esaltare i propri punti di forza e nascondere quelli che consideriamo dei “difetti”.

Ad ogni tipo di fisicità sta bene un tipo di cappotto, pensato per valorizzare quella determinata silhouette.

Una figura longilinea può puntare su cappotti ampi e dritti, mentre una donna dal fisico prosperoso sceglie modelli di cappotti che sottolineano i punti di forza, come il décolleté.

Il classico cappotto doppio petto è perfetto per chi non possiede un ventre particolarmente pronunciato. Anche i cappotti che prevedono una cintura da legare in vita sono mirati a sottolineare le forme.

Per la lunghezza come ci si regola? Il cappotto che scende oltre il ginocchio è da preferire per donne alte e dal fisico slanciato e va abbinato a tacchi, possibilmente molto alti. 

I cappotti che si indossano con maggiore facilità sono quelli la cui lunghezza varia dai fianchi a metà coscia: si utilizzano per completare look casual, ma anche eleganti.

Saper scegliere un soprabito che valorizzi la figura è davvero fondamentale: per questo è importante che le persone più minute si affidino alla certezza di un cappotto corto, adatto in ogni momento della giornata, a patto che ci si senta ben coperti.

Il modello svasato è indicato per chi vuole nascondere i fianchi larghi e restituire l’immagine di una figura armoniosa.

Il cappotto di media lunghezza, noto come cappotto a tre quarti, è una scelta media che sta bene a diversi tipi di fisicità.

La lunghezza di questo cappotto termina solitamente appena prima o appena sotto il ginocchio ed è di gran tendenza il cappotto a tre quarti dal taglio dritto o versione teddy, morbido e caldo.

Come scegliere la misura del cappotto?

La misura del cappotto va scelta anche in base al tipo di outfit che si desidera indossare. Il cappotto lungo fin quasi ai piedi si accompagna ad un abbigliamento elegante o professionale, composto da completi raffinati, gonne a tubino, bluse e pantaloni a palazzo o dal taglio dritto.

Il cappotto a tre quarti si può abbinare con diversi look, ma attenzione alla lunghezza del vestito: questo deve essere rigorosamente della stessa lunghezza del soprabito o appena più corto. Su un pantalone a vita alta il cappotto corto restituisce un effetto slanciato, ma questa lunghezza si abbina molto bene anche con abiti che arrivano alle ginocchia e l’intramontabile jeans.

Qualche ulteriore consiglio? Il cappotto con la cintura va bene solo se non si è particolarmente alte. In alternativa meglio optare per un capospalla dal taglio dritto e monopetto.

Quanto deve essere lungo il cappotto?

Vediamo ora come scegliere il cappotto a seconda della temperatura e della stagione dell’anno. In primavera possiamo optare per un cappotto a tre quarti leggero, che garantisce comfort e protezione dal freddo. In autunno non ancora inoltrato è perfetto il cappotto lungo, ma senza colletto, che non pesa molto addosso e si può scoprire con più facilità. Quando le temperature si abbassano è possibile aggiungere una calda sciarpa all’outfit.

Cappotto corto in primavera inoltrata e, soprattutto di giorno: eventualmente si può indossare aperto quando le giornate si fanno calde. Il minimo ingombro lo rende preferibile ad un cappotto lungo che si fa fatica a portarsi dietro se non indossato.

I cappotti lunghi realizzati in tessuti pesanti sono da relegare solo alla stagione invernale: le temperature rigide ben si accompagnano a materiali isolanti che riescono a trattenere il calore conservandolo all’interno del cappotto.

Lo stesso discorso sulla lunghezza visto per i cappotti si può applicare generalmente a tutti i tipi di soprabito, come piumini, giubbotti e giacche che vengono utilizzati per coprirsi dal freddo con il giusto stile. I cappotti Artigli sono pensati come strato protettivo che declina il tessuto in modo elegante o sportivo a seconda dei modelli, ma anche come tocco da aggiungere all’outfit per completarlo in modo impeccabile.

Cappotti corti per le occasioni diurne e nelle giornate dalle temperature miti, cappotti a tre quarti per le diverse occasioni della quotidianità, come il tragitto per andare e tornare dal proprio luogo di lavoro o un’uscita con gli amici, cappotti lunghi ed eleganti per le occasioni speciali, le serate in cui le temperature si abbassano notevolmente e tutto il corpo ha bisogno di essere avvolto in un caldo abbraccio: cerca nello shop di capispalla Artigli il cappotto di cui innamorarti quest’inverno!

Articolo precedente Articolo successiva